Commenti sul mercato Forex - Mercati dell'UE e degli Stati Uniti verso il basso

I mercati degli Stati Uniti e dell'UE terminano il giorno

Mar 28 • Commenti di mercato • Visualizzazioni 5162 • Commenti disabilitati sui mercati degli Stati Uniti e dell'UE terminano il giorno

I mercati azionari europei hanno chiuso in ribasso, con gli investitori esitanti dopo i recenti guadagni sulle preoccupazioni per la Cina e la zona euro ei dati hanno mostrato che l'economia britannica era in condizioni peggiori di quanto si pensasse.

L'economia britannica ha contratto il 0.3% negli ultimi tre mesi di 2011 rispetto al trimestre precedente, secondo quanto riportato dall'Ufficio per le statistiche nazionali del Regno Unito. L'ONS aveva precedentemente stimato una contrazione trimestrale 0.2%.

Il disavanzo delle partite correnti del Regno Unito si è ridotto in Q4 dopo una brusca revisione al ribasso nel trimestre precedente, secondo le statistiche nazionali pubblicate mercoledì. Il deficit delle partite correnti si è ridotto a GBP8.451 miliardi in Q4 da GBP10.515 miliardi in Q3, in linea con la previsione mediana. Le revisioni dei dati relativi agli investimenti nel Regno Unito all'estero hanno fatto sì che il deficit di Q3 sia stato rivisto al ribasso da un dato stimato in GBP15.226 miliardi.

I broker hanno detto che le perdite potrebbero riflettere l'assunzione di profitto dopo un forte inizio d'anno, ma ci sono stati alcuni segnali che il recente slancio ha rallentato.

Allo stesso tempo, permangono preoccupazioni per le prospettive e le notizie della Cina e dell'Europa e che l'economia britannica ha contratto l'0.3 per cento nel quarto trimestre dello scorso anno, dopo che una stima originaria del 0.2 per cento ha colpito il sentiment. Una muta apertura a Wall Street dopo che un rapporto sugli ordini di beni durevoli, più debole del previsto, non ha fornito alcun vantaggio, con gli investitori che si chiedevano se la Federal Reserve statunitense dovesse aver bisogno di prendere ancora più misure per rilanciare l'economia.

I commenti del capo della Fed Ben Bernanke, secondo cui i bassi tassi di interesse dovranno rimanere bassi per qualche tempo, hanno guidato i recenti guadagni, ma hanno anche dato qualche pausa per riflettere sulla forza sottostante della ripresa.

A Londra, l'indice FTSE 100 ha chiuso il 1.03 per cento ai punti 5808.99. In Germania, il DAX 30 ha perso 1.13 per cento rispetto ai punti 6998.80 e in Francia il CAC ha intinto 1.14 per cento ai punti 3430.15.

Conto demo Forex Conto live Forex Finanzia il tuo account

Le azioni degli Stati Uniti sono scese in territorio negativo in quanto gli investitori erano delusi dai dati economici statunitensi ed europei, mentre digerivano anche il capo della Federal Reserve, Ben Bernanke, che ripeteva la sua opinione che l'elevata disoccupazione frenasse la crescita.

Il Dow Jones era in calo di punti 98.91, o 0.75 per cento, in punti 13,098.82. L'S & P 500 ha perso punti 11.29, o 0.80 per cento, in punti 1,401.23. Il Nasdaq ha perso punti 22.95, o 0.74 per cento, in punti 3,097.40.

I commenti del capo della Fed Bernanke, nella giornata di ieri, indicano che la crescita economica americana è frenata da una debole occupazione, lascia il mercato sperando in un maggiore allentamento quantitativo) per stimolare la crescita.

Una previsione al di sotto degli ordini di beni durevoli a febbraio dal calo a sorpresa di gennaio sembrava sottolineare le preoccupazioni di Bernanke.

Gli ordini iniziali di beni durevoli sono aumentati del 2.2 per cento a febbraio, invertendo la revisione dell'onda 3.6 per cento a gennaio, secondo quanto riferito dal Dipartimento del Commercio.

Anche l'oro e il greggio sono caduti oggi.

I commenti sono chiusi.

« »

close
Google+Google+Google+Google+Google+Google+